Entra in Regione

 
URP - La Regione in linea
 

progetto europeo “boo-games”, venerdì 5 seminario a perugia su “serious games” come strumento politiche economiche e formative

  • email
  • facebook
  • twitter
  • share this
  • Stampa
  • Pagina precedente

(aun) - perugia, 2 ott. 012 - I "serious games" come strumento innovativo per l'attuazione delle politiche economiche e formative: opportunità e possibili applicazioni dei giochi digitali saranno al centro del seminario tecnico che si svolgerà a Perugia venerdì 5 ottobre, al Sangallo Palace Hotel, dalle ore 9, organizzato nell'ambito del progetto "Boo-Games" che, inserito nel Programma europeo Interreg IV C, si propone di promuovere l'industria europea del gioco attraverso lo scambio di politiche e buone pratiche tra regioni europee. L'iniziativa di Perugia, organizzata dalla società regionale Sviluppumbria che è tra i partner italiani del progetto, farà il punto su "intersettorialità ed impatto dell'industria del 'game' in altri ambiti di attività". I lavori saranno aperti dagli interventi di Lucio Caporizzi, direttore alla Programmazione, innovazione e competitività della Regione Umbria; Vinicio Bottacchiari, direttore generale di Sviluppumbria, e Soizic Tsin, capofila del progetto "Boo-Games", cui seguiranno gli interventi di esperti e rappresentanti dei vari partner del progetto.

"I giochi digitali, ricomprendendo in tale accezione anche le simulazioni e mondi virtuali - spiegano gli organizzatori - hanno un potenziale che consente loro di uscire dall'ambito meramente ludico, per diventare uno strumento di supporto didattico importante, grazie alle nuove tecnologie che consentono loro un elevatissimo livello di interattività e quindi una forte capacità di coinvolgimento diretto degli utenti. I giochi caratterizzati da tale intento educativo vengono universalmente definiti 'serious games' e sono attualmente utilizzati nel campo della formazione nei servizi di emergenza, nell'addestramento militare, nella formazione aziendale, nel settore sanitario, e in molti altri settori della società e vengono adoperati in tutti i livelli di istruzione, in tutti i tipi di scuole e di Università nel mondo.

"Le aziende di tutto il mondo - sottolineano ancora gli organizzatori - stanno introducendo il 'gaming' nel mondo del lavoro e iniziano ad utilizzare tale strumento per reclutare nuovi talenti, migliorare la comunicazione tra il personale, i managers, e per formare i nuovi assunti a tutti i livelli". Di fronte alle potenzialità del settore, in forte crescita, "gli Enti pubblici e le istituzioni sono chiamati a rendersi parte attiva nel sostenere e promuovere l'utilizzo delle tecnologie digitali, incentivando la predisposizione e l'attuazione di politiche di sostegno del settore, ancora nella loro fase iniziale in Italia e in molti altri Paesi europei".