Entra in Regione

 
URP - La Regione in linea
 

riutilizzo ex ospedale montefalco, presentato progetto

  • email
  • facebook
  • twitter
  • share this
  • Stampa
  • Pagina precedente

(aun) - perugia, 26 feb. 014 - "Un importante progetto di ampliamento e miglioramento del complesso museale di San Francesco a Montefalco che riconsegnerà alla città un patrimonio architettonico fondamentale per il suo sviluppo e per quello di tutta la regione". È quanto affermato dalla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, nel corso della presentazione del progetto di ristrutturazione e riutilizzo dell'ex Ospedale di Montefalco, illustrato alla stampa assieme al sindaco della città, Donatella Tesei, all'assessore regionale alla cultura, Fabrizio Bracco, e al direttore dell'Azienda sanitaria Sandro Fratini. All'incontro con i giornalisti hanno partecipato anche il direttore regionale alla sanità, Emilio Duca, e la dirigente dell'assessorato regionale alla cultura, Paola Gonnellini.

Nell'illustrare le caratteristiche del progetto, il cui costo complessivo sarà di un milione di euro, la presidente Marini ha definito di particolare importanza l'accordo raggiunto da Regione, Asl e Comune di Montefalco, grazie al quale "sarà possibile restituire alla collettività un complesso architettonico di grande pregio, destinandolo alle funzioni sia di carattere culturale, nella parte dedicata all'attuale Museo, sia per i servizi sanitari territoriali".

Il sindaco Tesei ha sottolineato soprattutto l'aspetto del recupero del complesso immobiliare ai fini del mantenimento di importanti attività nel centro storico cittadino: "Grazie a questo intervento - ha affermato - potremo scongiurare il rischio di abbandono del nostro centro storico. Potremo, invece, contare sull'ampliamento del Museo e delle sue funzioni, e su nuovi servizi sanitari per i cittadini. Questo nel rispetto della vocazione della nostra città che è particolarmente legata al turismo ed alle attività culturali".

Il sindaco Tesei ha anche sottolineato "il positivo rapporto avuto in questi anni con la Regione e con l'Azienda sanitaria, grazie a quale è stato possibile il raggiungimento di un accordo e la definizione di una serie di interventi che permetteranno la definitiva soluzione del problema legato al riuso del complesso dell'ex Ospedale", ed ha poi auspicato che anche soggetti privati possano essere coinvolti nella valorizzazione della parte del complesso che, una volta ristrutturato, potrà essere reso disponibile sul mercato immobiliare.

L'assessore Bracco ha ricordato come "il Museo di San Francesco rappresenti uno dei poli museali più significativi e più visitati della regione" e che proprio in virtù degli interventi di ristrutturazione ed ampliamento potrà essere possibile il suo utilizzo per convegni, concerti e manifestazioni di spettacolo, avendo a disposizione adeguati servizi di supporto di cui attualmente la struttura non ne era dotata.